Mattarella al Museo per la Memoria
Mattarella al Museo per la Memoria

"È il primo presidente della Repubblica che viene a visitare il Museo per la Memoria di Ustica". Daria Bonfietti, presidente dell’associazione dei parenti delle vittime dello schianto del Dc9 Itavia, che causò la morte di 81 persone il 27 giugno di 40 anni fa, lo ha ricordato ai cronisti dopo aver visitato assieme a Sergio Mattarella il memoriale della strage. Un’esperienza "molto intensa", è stato riferito dai partecipanti: al presidente sono stati mostrati, oltre al relitto dell’aereo, anche gli allestimenti dell’artista Christian Boltanski. "Gli abbiamo spiegato l’utilizzo di tanti elementi simbolici come gli 81 specchi neri e le 81 lampadine, che vogliono essere tanti cuori che non si spengono mai. La sua presenza qui è davvero molto importante e ha un rilievo determinante – ha sottolineato la Bonfietti –. Con la più alta carica dello Stato vogliamo condurre quest’ultimo pezzo di battaglia, scoprire l’ultimo pezzo di verità, cioè gli autori materiali della caduta di un aereo civile in tempo di pace".

Il presidente ha lasciato una dedica sul libro dei visitatori del Museo: "È un tempio della memoria che consente di mantenere intatta la memoria della tragedia di Ustica ed esorta a ogni impegno per difendere vita e libertà". Infine la testimonianza di Linda Lachina, che perse i due genitori. "Il presidente ha dimostrato cuore e sensibilità".

Paolo Rosato