Non solo Green pass. Anche sull’altro cavallo di battaglia della Lega, il tema dell’immigrazione, il premier Draghi chiude decisamente la porta alle critiche e in particolare agli attacchi praticamente quotidiani alla ministra dell’Interno Luciana Lamorgese (foto). "Lavora molto bene, il problema è molto difficile, e io non ho visto nessuno che abbia la bacchetta magica. I numeri non sono spaventosi, abbiamo avuto anni peggiori e credo che la ministra Lamorgese faccia il suo lavoro e lo faccia bene", ha detto, sottolineando che sarebbe interessante raffrontare quello che non va oggi con "quello che non andava 3, 4 o 5 anni fa".

Ma il Carroccio non demorde: "Il ministro Lamorgese? Lasciamo parlare i numeri. Tralasciando Rave Party abusivi, Baby Gang e violenze diffuse. Un incontro con lei e il presidente Draghi è urgente e necessario".