Il popolo vichingo era un gruppo di guerrieri e pirati scandinavi, protagonisti di una notevole espansione marittima tra i secoli VIII e XI. Il nome deriva forse da vêk "baia", oppure da vig "battaglia", o ancora da vikja "muoversi, allontanarsi". Le fonti nordiche usano il termine vichinghe per coloro che si diressero verso sud e ovest; quelli che si diressero verso i Paesi slavi e Bisanzio furono invece chiamati variaghi. Di grande peso nel favorire l’espansione vichinga furono i notevoli miglioramenti tecnici nell’arte della navigazione. I drakkar, le navi da guerra vichinghe, a fondo piatto e di poco pescaggio, possedevano grande manovrabilità ed erano adatte a navigare in acque basse e a risalire i fiumi, penetrando così nel cuore dei Paesi che attaccavano.