Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
19 mag 2022

Il piano Ue: pannelli solari obbligatori Ma il rischio è finire schiavi della Cina

Stanziati 210 miliardi di euro per installare impianti fotovoltaici su tutti gli edifici entro il 2029

19 mag 2022
elena comelli
Cronaca
L’obiettivo di Bruxelles è raddoppiare la capacità fotovoltaica europea entro il 2025
L’obiettivo di Bruxelles è raddoppiare la capacità fotovoltaica europea entro il 2025
L’obiettivo di Bruxelles è raddoppiare la capacità fotovoltaica europea entro il 2025
L’obiettivo di Bruxelles è raddoppiare la capacità fotovoltaica europea entro il 2025
L’obiettivo di Bruxelles è raddoppiare la capacità fotovoltaica europea entro il 2025
L’obiettivo di Bruxelles è raddoppiare la capacità fotovoltaica europea entro il 2025

di Elena Comelli Cambio di fornitori per il gas grazie a nuove infrastrutture, crescita più veloce delle rinnovabili con un rialzo del target al 2030 di 5 punti e più impegno sul fronte del risparmio energetico, con il rialzo dal 9% al 13% del target di efficienza energetica, a cui si aggiunge una strategia solare nuova, che punta a raddoppiare la capacità fotovoltaica europea entro il 2025 e a installare 600 nuovi gigawatt fotovoltaici entro fine decennio. In tre mosse più una l’Europa vuole abbandonare le fonti fossili importate dalla Russia, con il piano RePowerEu. Verrà lanciata una piattaforma di coordinamento per l’industria europea, la European Solar Industry Alliance, con l’obiettivo di rafforzare la filiera domestica e non rischiare di passare da una dipendenza all’altra, dato che i pannelli più competitivi oggi sono prodotti in Cina. Per spingere la produzione europea sarà essenziale puntare su tecnologie che superino il problema delle terre rare, a oggi in gran parte provenienti dal gigante asiatico. Il piano RePowerEu, presentato ieri, è composto da un ventaglio di misure che mirano a portare a zero la dipendenza energetica dalla Russia entro il 2027, abbattendo di due terzi le importazioni di gas da Mosca entro fine anno. Del totale degli investimenti previsti – 210 miliardi di euro – "il 95% andrà a finanziare la transizione energetica europea", ha assicurato la presidente della Commissione Ursula von der Leyen, provando a spegnere le polemiche per il denaro che finirà a nuove infrastrutture gasiere. "Dobbiamo ridurre velocemente la nostra dipendenza energetica dalla Russia. Con questo piano possiamo farlo", ha ribadito von der Leyen. Una nutrita serie di misure del nuovo piano riguarda lo sviluppo delle rinnovabili. Con la Eu Solar Strategy la Commissione punta a sfruttare l’altissimo potenziale dei tetti fotovoltaici – che potrebbero coprire, secondo le stime, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?