Joe Biden prepara la svolta su Cuba. L’obiettivo è rottamare subito gran parte delle sanzioni imposte a L’Avana da Donald Trump. Altro intento, riallacciare al più presto il dialogo con Teheran dopo quattro anni di muro contro muro. Prima ancora di Cina, Russia, Medio Oriente e Corea del Nord, sarebbero queste le priorità di politica estera che la nuova amministrazione statunitense vorrebbe affrontare in tempi stretti. "La nostra politica cubana è governata da due principi: il sostegno alla democrazia e ai diritti umani, che saranno al centro dei nostri sforzi. In secondo luogo, gli americani, specialmente i cubano americani, sono i migliori ambasciatori di Cuba per la libertà. Rivedremo quindi le politiche dell’amministrazione Trump", ha dichiarato la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki durante una conferenza stampa. Trump, subito dopo essere entrato in carica nel 2017, aveva introdotto restrizioni sui viaggi degli Stati Uniti e sulle rimesse a Cuba, imponendo sanzioni sulle spedizioni di petrolio venezuelano verso l’isola.