"Prendiamo atto del supporto operativo fornito dal ministero dell’Istruzione per facilitare l’attuazione di adempimenti che non rientrano nelle prerogative dei dirigenti scolastici. Lo stesso ministero, tuttavia, non può limitarsi a fornire indicazioni e continuare a non dimostrare consapevolezza della gravità della situazione", così il presidente nazionale Anp, Antonello Giannelli, dopo le nuove indicazioni per la gestione dei contagi a scuola. L’Associazione nazionale presidi chiede di fatto al ministero "azioni concrete. Diversamente – avverte Giannelli –, la

mobilitazione della categoria sarà inevitabile". Il ministero "quale datore di lavoro – scrive Giannelli – non può più esigere dai dirigenti delle scuole quanto finora da questi assicurato senza dotarli degli strumenti necessari (organici adeguati nella consistenza e nella preparazione professionale) e senza riconoscere il lavoro svolto con una retribuzione equa".