L’ondata di maltempo che ha sferzato l’Italia sembra attenuarsi, seppure per poche ore, ma molti problemi restano e si contano i danni, soprattutto in agricoltura. Risolta invece la situazione dell’autostrada del Brennero riaperta al traffico, dopo la chiusura avvenuta sabato sera per motivi di sicurezza provocati dalle abbondanti nevicate tra Vipiteno e il confine. Diminuta l’emergenza anche per la piena dei fiumi nel Modenese, dove ieri il Panaro è esondato, l’allerta della protezione civile da oggi scende da rossa ad arancione. Bastano i numeri a far capire la portata dell’emergenza maltempo di questi giorni: sono oltre 2.500 gli interventi di soccorso compiuti dai Vigili del Fuoco, e 475 pompieri sono ancora al lavoro in Emilia-Romagna dove è stata chiusa la falla sull’argine del fiume Panaro. Colpito anche il Veneto, in particolare le provincie di Belluno e Vicenza. Il governatore Zaia sta anche pensando a un’ordinanza per fermare "il turismo macabro" da parte dei tanti che salgono in montagna per documentare su Instagram frane e danni causati da neve e pioggia.