11 feb 2022

Il giorno dei 70 processi. "Sette minuti a udienza"

Per smaltire gli arretrati, a Bologna un magistrato fissa tempi contingentati. Il presidente del Tribunale: "Troppo sovraccarico, sono solo udienze filtro"

nicola bianchi
Cronaca
Il presidente Francesco Caruso
Il presidente Francesco Caruso

Come organizzare la bellezza di 70 processi in una sola aula e per giunta a ruolo nello stesso giorno? Semplice, dedicare ad ognuno "non più di sette minuti al massimo". Se non è un record, poco ci manca, soprattutto in tempi durissimi per la giustizia alle prese con le solite lungaggini e con un personale ridotto ai minimi termini. Succede a Bologna, dove il giudice della seconda sezione penale del tribunale, Mazzino Barbensi, due giorni fa, tramite mail, ha comunicato quella che sarà l’organizzazione della giornata a Ordine e Consiglio degli avvocati con il chiaro intento di evitare a legali, testi e imputati di "attendere inutilmente per ore" fuori dall’aula. Riforma del Csm, cosa prevede: il nodo 'porte girevoli' L’udienza è quella di lunedì 14, giorno dedicato agli innamorati, dove a ruolo pendono 70 fascicoli, "diversi alle 9 e tanti di più alle 11". Ricettazione, furto, truffa, appropriazione indebita i titoli di reato. Dunque, vista la mole di lavoro, bisogna scaglionare gli orari. Ed ecco la ricetta: "Il numero di processi – scrive Barbensi agli avvocati – costringe a dedicare non più di sette minuti al massimo (sic) a ognuno di essi. In quanto, già dedicandone 10, occorrerebbero 700 minuti complessivi il che equivale a 11 ore circa e ciò non è possibile". Non è finita. Il magistrato rappresenta anche la "necessità di limitare la trattazione dei fascicoli a quelle questioni che consentono di non oltrepassare tale limite di tempo massimo di sette minuti". Decisione diventata presto motivo di discussione nei corridoi di Palazzo dove c’è chi plaude alla "grande collaborazione" del giudice e chi, invece, taglia corto parlando di "giustizia morta e sepolta". Ci pensa il presidente del tribunale, Francesco Maria Caruso, a fare chiarezza: "Parliamo di udienze filtro, – precisa – dove si ammettono parti e prove. Tutto ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?