Giorgio

Caccamo

impermeabile giallo, la treccia al vento, lo sguardo fiero e severo sull’amata Natura: Greta Thunberg è riconoscibile sempre, anche sul francobollo che le poste svedesi le hanno appena dedicato – un po’ irrituale, dato che è ancora in vita... Riconoscibile malgrado sia solo un disegno e non una foto della 18enne attivista per l’ambiente, quasi un fumetto. Nulla di strano, peraltro, per una che di secondo nome fa Tintin. E così lei colleziona l’ennesimo riconoscimento, dopo le copertine,

i documentari, gli speciali tv,

le campagne internazionali, consegnando la sua stessa lotta per l’ambiente più alla vetrina mediatica che ad azioni concrete. Non per colpe sue, per carità, è pur sempre solo una ragazza che ha cominciato con gli scioperi a scuola per finire con un anno sabbatico in giro per il mondo.

Il disegno di Henning Trollbäck la raffigura su una scogliera ad ammirare il volo dei rondoni e fa parte di una serie speciale che Stoccolma dedica all’ambiente: ma Greta è l’unico essere umano (la più giovane della storia svedese) a essere omaggiato, mentre sugli altri francobolli spiccano trifogli, farfalle e fiori di campo. Se l’operazione servirà a sensibilizzare ulteriormente la gente sui temi ambientali, bene, ma gli svedesi sono già abbastanza attenti. Già: al momento i francobolli con l’effigie di Greta sono disponibili solo in Svezia. Quindi non resta che andare a Stoccolma per procurarseli. Peccato che ci voglia l’aereo, tanto odiato da Greta...