È stato ministro dell’Economia e della Difesa. Se c’è qualcuno che deve a Netanyahu la sua ascesa politica, quello è Naftali Bennett (nella foto). Nato ad Haifa nel 1972 da genitori americani, Bennett, dopo il servizio militare, la laurea in legge e la vendita di una società informatica che aveva fondato, entra in politica nel 2006 come capo dello staff di Netanyahu. Si stacca poi dal partito del premier, il Likud, per fondarne un altro, più affine alla destra religiosa e sionista, La Casa Ebraica. Il partito partecipa ai governi Netanyahu dal 2013 al 2018, quando Bennett se ne va e fonda la Nuova Destra. Dal 2019 Bennett confluisce con il gruppo in una nuova coalizione di destra, Yamina.