Una valigia lasciata in strada accanto a un’auto da cui fuoriusciva sangue. Un trolley con all’interno il corpo di un uomo. È il macabro ritrovamento (nella foto) fatto da un passante ieri alla periferia di Roma. I poliziotti hanno visto all’interno la testa di un uomo e, seguendo le tracce di sangue, sono arrivati a un appartamento. All’interno c’era la compagna del 37enne Luca De Maglie. "È morto qui in casa da diversi giorni" avrebbe raccontato agli agenti la donna spiegando di aver deciso di disfarsi così del cadavere. "Non l’ho ucciso io" avrebbe detto più volte aggiungendo di averlo trovato morto in casa quando è rientrata lunedì mattina e di aver tentato invano di rianimarlo. La 39enne è stata denunciata per occultamento di cadavere. Rimangono da chiarire le cause della morte dell’uomo, che aveva alle spalle precedenti per droga. Al momento l’ipotesi più accreditata sembra essere quella dell’overdose, ma non si escludono altre piste. Sul corpo non sarebbero stati trovati segni evidenti di violenza. Si attende l’autopsia per stabilire con esattezza la causa del decesso.