Il conto economico dei cambiamenti climatici è devastante. Secondo i calcoli delle assicurazioni i danni dovuti a eventi estremi raggiungono costi assicurativi per 40 miliardi di dollari, soltanto nei primi sei mesi dell’anno. A farne un bilancio è il colosso Swiss Re e nei primi sei mesi dell’anno si è già sopra la media decennale precedente di 33 miliardi di dollari. Si tratta del secondo costo climatico più alto per un primo semestre dopo il 2011, l’anno dei terremoti in Giappone e in Nuova Zelanda (104 miliardi di dollari).