Da quando l’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è guarito (a tempo di record) dal Covid-19 grazie alle cellule monoclonali, questa terapia è tornata sempre più d’attualità. Si tratta di anticorpi che, stando ai riscontri clinici, si legano al virus in modo da impedirgli di entrare nelle cellule umane, quindi di infettarle e replicarsi, e al contempo consentano di far si che il patogeno sia più facilmente fagocitato dalle cellule del sistema immunitario. Quanto all’efficacia terapeutica,

i monoclonali sembrano essere molto utili

nelle fasi precoci dell’infezione che sono quelle più dipendenti dalla replicazione virale.