3 feb 2022

Il cinema, la gloria e la malattia Quel lungo addio iniziato 20 anni fa

Sparita dalla vita pubblica (e difesa dal marito) dopo un male degenerativo. Da poco 90enne, è morta ieri

donelli
Cronaca

di Massimo Donelli Bella da togliere il fiato. Intelligente da stordire. Talentuosa da lasciare a bocca aperta. Non c’era più da vent’anni, Monica Vitti. Una malattia degenerativa tremenda le aveva divorato la memoria, costringendola a vivere per 7.300 giorni in lockdown, lontana dal suo mondo, quello dello spettacolo, e dal nostro mondo, quello della quotidianità che troppo spesso non apprezziamo. Eppure ieri, quando la notizia della sua morte è passata di bocca in bocca e abbiamo scoperto che aveva ormai 90 anni, siamo rimasti increduli… Monica, l’icona, nata a Roma il 3 novembre 1931 come Maria Luisa Ceciarelli (papà della Capitale, mamma di Bologna), infanzia a Messina e gioventù nella città natia, allieva di Silvio D’Amico all’Accademia nazionale di arte drammatica. Monica, l’attrice sofisticata e inarrivabile dei film in bianco e nero (‘L’avventura’, ‘La notte’, ‘L’eclisse’) del maestro Michelangelo Antonioni (1912-2007), di cui si innamorò e con il quale visse una lunga stagione di coppia al cinema e nella vita. Monica, l’attrice poliedrica che un altro Maestro, Mario Monicelli (1915-2010), trasformò in comica affidandole il ruolo da protagonista di Angela Patanè, ‘La ragazza con la pistola’ (film del 1968) partita dalla Sicilia e diretta al Regno Unito per ammazzare l’uomo che l’aveva disonorata. Monica, che di sé diceva: "Ho capito di avere un talento per la commedia quando recitavo ruoli tragici in un modo che faceva ridere i miei amici dell’Accademia. Ho capito solo dopo che dono straordinario fosse". E poi, parlando del suo amore con il direttore della fotografia Carlo Di Palma, raccontava: "Ci siamo conosciuti sul set di ’Deserto rosso’. Mai avrei pensato di legarmi a lui, anche perché avevo deciso dentro di me che mi bastava un uomo per tutta la vita. Non credo che potrei amare un ingegnere o un medico: sento il bisogno di condividere con i ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?