Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
6 lug 2021

Il ciclone Carrà trasformò il Paese. Era la più amata dagli italiani

Si è spenta a 78 anni dopo una breve malattia. Con l’ombelico nudo in televisione sfidò la censura. Con le canzoni anticipò la rivoluzione nei costumi. Per il Guardian "insegnò agli europei la gioia del sesso"

6 lug 2021
massimo cutò
Cronaca

Raffaella Carrà si è spenta alle 16.20 di ieri, dopo una malattia di cui pochi erano a conoscenza. Attrice, presentatrice, soubrette e cantante, la regina della tv italiana aveva 78 anni. L’ultimo suo post sui social risale al 18 giugno, giorno del suo compleanno: «Il vostro affetto mi commuove, vi abbraccio e vi auguro un estate con ritorno alla normalità». E invece ieri, l’annuncio della scomparsa, fatto dal suo ex compagno e amico inseparabile Sergio Japino: «Raffaella ci ha lasciati. È andata in un mondo migliore, dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre». Nelle sue ultime volontà, Raffaella ha chiesto una semplice bara di legno grezzo e un’urna per le sue ceneri. La data delle esequie è ancora da definire. Unanime il cordoglio del mondo dello spettacolo: viene meno una popstar internazionale che ha segnato un’epoca. -------------------------- Il ricordo degli artisti: da Vasco Rossi a Farro e Arbore "Com’è bello far l’amore da Trieste in giù l’importante è farlo sempre con chi hai voglia tu". Era il 1978. Raffaella osò l’inosabile, più di quanto avesse fatto prima: portò in televisione una canzone che lasciava liberi tutti. Ognuno poteva fare in camera da letto quel che voleva e con chi voleva. Nessun sociologo ha mai riflettuto abbastanza sull’effetto Carrà: lei poteva dire quel che credeva, senza preoccuparsi di scandalizzare un’Italia che arrancava fra stereotipi e pregiudizi. Anzi, era amata proprio perché a suo modo ha anticipato la modernità. Ma dove aveva conquistato questa aurea licenza di pensare? "Sono stata cresciuta solo da donne", raccontava Raffaella Maria Roberta Pelloni, nata a Bologna il 18 giugno del ‘43. Tempi di guerra duri per tutti. Figuriamoci per una bambina di genitori presto separati. Da una parte lei, mamma Angela Iris mai risposata, nonna Andreina e ...

Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà  e Fiorello (Ansa)
Raffaella Carrà  e Fiorello (Ansa)
Raffaella Carrà e Fiorello (Ansa)
Raffaella Carrà  nel 1968 (CDG)
Raffaella Carrà  nel 1968 (CDG)
Raffaella Carrà nel 1968 (CDG)
Raffaella Carrà  e Gianni Morandi (Ansa)
Raffaella Carrà  e Gianni Morandi (Ansa)
Raffaella Carrà e Gianni Morandi (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà  e Fabio Fazio (Ansa)
Raffaella Carrà  e Fabio Fazio (Ansa)
Raffaella Carrà e Fabio Fazio (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà  con Pippo Baudio e Silvio Berlusconi (Alive)
Raffaella Carrà  con Pippo Baudio e Silvio Berlusconi (Alive)
Raffaella Carrà con Pippo Baudio e Silvio Berlusconi (Alive)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà  e Renato Zero (Alive)
Raffaella Carrà  e Renato Zero (Alive)
Raffaella Carrà e Renato Zero (Alive)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)
Raffaella Carrà (Ansa)

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?