Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
20 nov 2021

Martina Fidanza: "Il ciclismo è rosa e fa star meglio. Polpacci grossi? Siamo toniche"

La campionessa del mondo a Roubaix: sfilare sul red carpet è stato bellissimo. Il doping non esiste solo in questa disciplina

20 nov 2021
viviana ponchia
Cronaca
featured image
Martina Fidanza sul red carpet di Venezia
featured image
Martina Fidanza sul red carpet di Venezia

Adesso basta parlare di ciclismo. Martina Fidanza ha provato anche la pallavolo, la ginnastica artistica, la ritmica e il pattinaggio. Ha sfilato sul red carpet a Venezia con un abito da sera verde smeraldo di Jenny Monteiro, maniche a sbuffo e taglio asimmetrico. È fidanzata, con tutte le cose che ci sarebbero da dire a proposito di un grande amore. E ha 56mila follower su Instagram, dove condivide l’ultima vacanza a Santo Domingo e altri pezzi di vita fra Bergamo e dintorni, come molte ragazze di ventidue anni, con rari accenni al pedale. Basta ciclismo? Un’impresa, considerando che va in bicicletta da quando era bambina, si allena 5 ore al giorno per le Fiamme Oro, ha fatto incetta di titoli juniores europei e mondali gareggiando su pista e su strada, prima delle Olimpiadi di Tokyo è stata 9 volte campionessa italiana e si è presa due coppe del mondo di specialità scratch. E poi il suo cuore batte per un ciclista, il professionista Riccardo Stacchiotti. Il padre Giovanni, ciclista anche lui, già gregario di Bugno, maglia ciclamino e vittoria di tappa al Giro d’Italia e al Tour de France. La mamma Nadia Baldi? Ciclista azzurra, di buon livello. E la sorella maggiore Arianna? Indovinato, ciclista. Nella squadra australiana BikeExchange, a sua volta plurititolata in pista. Non se ne esce. Allora senta, parliamone ma sfatiamo due luoghi comuni: il ciclismo è roba da uomini e fa venire i polpacci grossi. "Assolutamente no. Il ciclismo femminile negli ultimi anni è cambiato, ci siamo ritagliate il nostro spazio anche se siamo ancora gocce nel mare. Non mi piace l’abisso che c’è rispetto agli uomini. E possiamo dire la nostra senza preoccuparci dei polpacci, che al massimo diventano tonici. E poi la femminilità viene da dentro". Perché il red carpet? Vanità? "So dove vuole ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?