L’impegno preso dal ministero dell’Istruzione sulla copertura totale delle cattedre dal 1° settembre è stato disatteso: mancano i supplenti promessi dal ministro, con le 250mila nomine di docenti e 50mila Ata ancora in alto mare. È l’allarme che arriva dall’Anief. Tra gli insegnanti si stanno infatti ancora in questi giorni, continua il sindacato, "modificando le Gps prima fascia e non c’è possibilità di nominare quindi i supplenti collocati in seconda fascia. Poi ci sono dubbi sulla presa di servizio per i 50mila neo immessi in ruolo se non hanno il Green Pass. Si sta rientrando a scuola in condizioni altamente precarie e senza la sbandierata sicurezza sanitaria e preventiva necessaria in un contesto pandemico".