Secondo chi ha avuto la pazienza di tenere il conto, in circa 60 anni di lavoro dietro il bancone del bar, avrebe preparato qualcosa come 15 milioni di caffè espressi. Tra i suoi clienti più illustri ci sono presidenti della repubblica italiana, l’allora preisdente degli Usa Bill Clinton, attori, imprenditori e vip di vario genere. Era un’istituzione, a Napoli e non solo, Giovanni Fummo, storico barista del Gran Caffè Gambrinus, andato in pensione da qualche tempo e morto ieri a 75 anni. Nel 2012 al traguardo del 12mila caffè al Gambrinus fu organizzata per lui una festa. L’avventura di Fummo nello storico locale napoletano era iniziata prestissimo, a 7 anni. In particolare, sono quattro i Presidenti della Repubblica che ricordava di aver salutato con una stretta di mano (Oscar Luigi Scalfaro, Francesco Cossiga, Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano). Fummo spiegava: "Nel mio cuore resta l’abbraccio di Claudia Cardinale che era a Napoli ai tempi del colera per girare un film di Pasquale Squitieri ed i complimenti da parte del presidente Americano Bill Clinton".