E le rinunce, com’era prevedibile, cominciano a fioccare. In Italia la media di chi dice no ad AstraZeneca si aggira approssimativamente attorno al 15%.

In Sardegna si registrano defezioni tra il 20 e il 30%. "Soprattutto tra il personale scolastico", spiega Gabriele Mereu, il responsabile del centro vaccinale allestito alla Fiera di Cagliari.

In Lombardia il 15% dei convocati ha preferito non farsi iniettare il siero di Oxford. Chi ha deciso di proseguire ugualmente ha comunque fatto molte domande ai medici, rallentando di fatto le operazioni.

In Piemonte i ‘no, grazie’ viaggiano attorno al 20%.

In Toscana, invece, siccome le dosi del vaccino anglo-svedese sono terminate, di fatto sono state fermate le somministrazioni fino a quando non scatteranno

i nuovi approvvigionamenti.