12 gen 2022

Identificato il branco del Duomo Decisiva l’app che riconosce i volti

Perquisizioni tra Lombardia e Piemonte: anche minori indagati. Scovati grazie al software speciale e ai social

nicola palma
Cronaca

di Nicola Palma Quei volti ripresi da telecamere di videosorveglianza e smartphone sono stati inseriti dagli specialisti della Scientifica nel "cervellone" del Sari, il software di riconoscimento facciale che la polizia utilizza dal 2017 per risalire all’identità di una persona ignota attraverso una ricerca computerizzata nella banca dati delle forze dell’ordine (Afis). Ne sono venuti fuori elenchi di immagini ordinati secondo un grado di similarità, che poi sono stati incrociati con i risultati delle indagini parallele su tabulati telefonici e commenti postati sui profili social dei sospettati. Così gli investigatori della Squadra mobile, guidati dal dirigente Marco Calì, e del commissariato Centro sono riusciti a dare un nome ai ragazzi che la notte di Capodanno avrebbero molestato nove coetanee nel giro di un’ora in piazza Duomo a Milano: dei diciotto perquisiti all’alba di ieri (quindici maggiorenni e tre minorenni), almeno dodici sono già stati iscritti nel registro degli indagati per rispondere a vario titolo delle accuse di violenza sessuale di gruppo, rapina e lesioni. Durante i controlli tra Milano, Torino, Rozzano e la Bergamasca, sono stati sequestrati indumenti e cellulari dei presunti autori; e nelle ore successive le immagini di quegli abiti, molti con caratteristiche ben definite e riconoscibili, e delle facce di chi li ha indossati sono state sottoposte alle vittime nel corso di una serie di audizioni anche in videoconferenza. Stando ai primi esiti dell’inchiesta-lampo coordinata dall’aggiunto Letizia Mannella e dal pm Alessia Menegazzo, sarebbero entrati in azione tre diversi gruppi di persone in ognuno degli assalti finora contestati, senza una regìa unica, anche se gli accertamenti stanno andando avanti in queste ore per capire se le denunce arrivate su altri episodi, anche in diverse zone della città, possano essere ricondotte alle stesse bande. Il primo raid in ordine di tempo è andato in scena qualche minuto dopo la mezzanotte: ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?