Il processo di primo grado si è svolto ad Arezzo per circa un anno. Il 14 dicembre 2018 la prima sentenza: i due imputati vengono condannati a 6 anni. Un verdetto ribaltato in secondo grado, quando Vanneschi e Albertoni, il 9 giugno 2020, vengono assolti perché il fatto non sussiste dalla Corte d’appello di Firenze. La sentenza viene impugnata e le assoluzioni vengono annullate con rinvio. Si va al processo d’appello bis che, il 28 aprile, si conclude con la condanna a 3 anni di entrambi gli imputati per tentata violenza di gruppo, confermata ieri.