Concita Borrelli E che dire! Evviva le donne sarde! Adesso anche loro hanno il timbro dell’Ordine degli Architetti declinato al femminile dopo Bergamo, Roma, Torino, Milano, Modena e Treviso. E che dire che architetto, dal greco arkhi e tektōn, capo della costruzione sa di progetto e creatività! E...

Concita

Borrelli

E che dire! Evviva le donne sarde! Adesso anche loro hanno il timbro dell’Ordine degli Architetti declinato al femminile dopo Bergamo, Roma, Torino, Milano, Modena e Treviso. E che dire che architetto, dal greco arkhi e tektōn, capo della costruzione sa di progetto e creatività! E noi donne di quelli dovremmo impossessarci. Più che della ’a’. Vocale e suffissi vestiti di muffa e femminismo, quando invece è così bello "Tutti in piedi, entra Vostro Onore il Giudice Maria Rossi". E lì che speriamo nella giustezza della sua sentenza piuttosto che nell’essere Vostra Onore Giudicessa e farci ridere all’unisono.

Non una volta la Crusca si è pronunciata per invitarci a non rischiare l’offensivo o il ridicolo, oltre che l’errore, in questa smania di politicamente corretto. Ma forse che i tempi, questi, ne hanno bisogno? E quindi Grease, il film di Danny e Sandy, attenzione a rimandarlo in onda come ha fatto la BBC: è reazionario. Se per questo lo era anche quando uscì in sala nel 1978, ma capivamo che i tempi violenti di quegli anni chiedevano un riflusso di leggerezza, di brillantina. Se è per questo è stato anche suggerito di bandire Biancaneve, favola discutibile in quanto quella povera figlia resta chiusa in casa a spignattare per degli indisponenti nanetti. Senza minimamente riflettere che diventerà una privilegiata Kate Middleton al fianco del principe. Ma che tempi sono questi tempi? Amen disse il deputato dem e presbitero protestante e subito aggiunse A-woman. Santa ignoranza!