SAN POSSIDONIO (Modena)

Era stata garantita loro la tranquillità che meritano ma ieri, per i profughi afghani ospitati in un hotel a San Possidonio, nel Modenese, il risveglio è stato brusco. Due ragazzi di 19 anni sono dovuti ricorrere alla cure del pronto soccorso perché investiti da un controsoffitto che ha ceduto. Il crollo ha riguardato il corridoio al primo piano dell’albergo messo a disposizione dalla cooperativa Cpl Concordia per ospitare 68 profughi afghani. Pare a causa di una infiltrazione d’acqua proveniente da una camera del secondo piano.

Due ragazzi afghani di 19 anni sono rimasti lievemente feriti e sono stati medicati all’ospedale: hanno riportato un leggero trauma cranico e sono stati dimessi dopo poche ore. La perdita è stata posta sotto controllo, ma ora Cpl Concordia dovrà proseguire gli accertamenti al fine di garantire la sicurezza della struttura. Su disposizione dei vigili del fuoco la zona del crollo è stata resa inagibile.

La mattinata difficile all’hotel dei profughi è stata però rasserenata da una storia a lieto fine. Una mamma afghana ospitata in quell’albergo con due figli piccoli sabato era venuta a sapere che anche il marito era riuscito ad arrivare in Italia con l’ultimo volo partito. La Protezione civile della Regione Emilia-Romagna è subito intervenuta, riuscendo a individuarlo. L’uomo è stato accompagnato dai familiari, con la gioia e la commozione di tutti.

Valentina Beltrame

Alberto Greco