1 Ammortizzatori

Una delle più grandi novità del Decreto Ristori dovrebbe essere il rinnovo della cassa

integrazione Covid per altre 26 settimane.

2 Blocco licenziamenti

Il 31 marzo scade il divieto per le imprese di licenziare. Il governo intende ’liberalizzarli’ in alcuni settori ma mantenere lo stop in altri, aiutando con la Cig Covid

3 Lavoratori autonomi

È stato annunciato uno stanziamento di 1,5 miliardi per la decontribuzione delle partite Iva con perdite di fatturato, nonché un intervento sulla Naspi, l’ammortizzatore sociale dei lavoratori autonomi

4 Rivedere gli Ateco

Un altro tema, seppur non nel decreto Ristori,

è la revisione dei codici Ateco delle imprese, che avrebbe determinato "ingiustizie" sulle chiusure durante il primo lockdown