A essere "estremamente soddisfatta" della decisione presa dal governo Draghi è l’Associazione dei geometri fiscalisti (Agefis). Il presidente Mirco Mion, infatti, spiega che "la revisione del catasto non è più rimandabile, dopo i passi falsi degli ultimi anni e la mancata attuazione della legge delega nel 2015 a causa dei timori di aumento della pressione fiscale". "Lo scopo di questa azione – aggiunge Mion – è di modernizzare un sistema ormai inadeguato. Per questo, parlare in questo momento di tasse si rivela inopportuno, oltre che fuorviante"