Per sottoporsi alla vaccinazione i minorenni devono avere il consenso dei genitori
Per sottoporsi alla vaccinazione i minorenni devono avere il consenso dei genitori
FIRENZE Matteo, toscano, è l’alfiere degli under 18 figli di no Vax che vogliono vaccinarsi. Alla fine ha vinto la sua battaglia: i genitori gli hanno firmato la liberatoria e otterrà la sua dose, altrimenti proibita per legge senza quel consenso. Non è stato facile, per Matteo, maggiorenne l’anno prossimo. E comunque, nell’autorizzazione compilata con l’aiuto dell’avvocato Gianni Baldini, legale del minore, i genitori hanno dato il loro consenso declinando però ogni responsabilità da eventuali effetti avversi che possano essere provocati dalla somministrazione. Green pass, politici e...

FIRENZE

Matteo, toscano, è l’alfiere degli under 18 figli di no Vax che vogliono vaccinarsi. Alla fine ha vinto la sua battaglia: i genitori gli hanno firmato la liberatoria e otterrà la sua dose, altrimenti proibita per legge senza quel consenso. Non è stato facile, per Matteo, maggiorenne l’anno prossimo. E comunque, nell’autorizzazione compilata con l’aiuto dell’avvocato Gianni Baldini, legale del minore, i genitori hanno dato il loro consenso declinando però ogni responsabilità da eventuali effetti avversi che possano essere provocati dalla somministrazione.

Green pass, politici e ristoratori: il fronte del no

Green pass: ultime notizie sulle nuove regole

No Vax erano e no Vax restano. "All’inizio questa vicenda ha determinato uno strappo con i miei genitori – ha raccontato il giovane al suo avvocato – . Ma poi hanno capito che pensarla in maniera diversa non significa non voler bene alla propria famiglia o mancare di rispetto. Eppoi io fra otto mesi sono maggiorenne, quindi che senso aveva tutto questo?". Il diciassettenne era determinato ad andare avanti, persino a portare i suoi genitori davanti al giudice. Ma quando la mediazione civile sembrava l’unica strada per porre fine all’insolito contenzioso, i genitori gli hanno dato l’ok. Ora potrà prenotare l’appuntamento. Presto si sottoporrà all’agognata prima iniezione, quella che dà diritto al Green pass provvisorio.

Chi non si vaccina e perché? Dai prof ai sanitari

"Dopo la prima dose di vaccino sarò più libero – ha detto ancora Matteo –, voglio vaccinarmi alla svelta per poter tornare a scuola tranquillo a settembre e per tornare alla normalità della mia vita. Son convinto che purtoppo in caso contrario da questa situazione non se ne esce. Invito tutti i miei coetanei a fare altrettanto altrimenti la mia battaglia sarà stata inutile".

Pass per trasporti e sport: il Governo accelera

Nella stessa situazione di Matteo, ci sono almeno altri 27 minorenni nella sola Toscana che hanno contattato gli avvocati dell’Associazione matrimonialisti per potersi vaccinare contro la volontà di uno o di entrambi i genitori. "Diciassette di queste chiamate – spiega l’avvocato Baldini – si sono trasformate in nostri interventi, sette dei quali si sono risolti con la firma della liberatoria".

Rt Italia cresce a 0,91. Sale anche l'incidenza

Decisiva, secondo l’Associazione matrimonialisti, è stata la 'trattativa’ anche per far ottenere il vaccino a una 16enne residente in Mugello. Figlia di genitori separati, la mamma l’avrebbe accompagnato senza problemi all’hub vaccinale ma senza il sì del padre, inizialmente contrario, non avrebbe potuto far niente.

Covid, i contagi del 16 luglio in Italia

Davanti alla possibilità di un braccio di ferro in tribunale, il papà si è convinto a fare retromarcia. Adesso la ragazza è pronta ad ottenere il lasciapassare sanitario, che, a quell’età, significa anche e soprattutto divertimento e libertà, più che paura della malattia.

Leggi anche: Italiani bloccati in vacanza all'estero: da Dubai alla Grecia