Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
1 feb 2022

I due imprenditori dopo il terremoto "Stamane ridevo"

1 feb 2022

Fece scalpore l’intercettazione di una telefonata fra due imprenditori a poche ore dal terremoto che distrusse L’Aquila, il 6 aprile 2009. Protagonisti Francesco Piscicelli (foto) e suo cognato Pierfrancesco Gagliardi. I due, pregustando la pioggia di appalti in arrivo per la ricostruzione della città devastata

dal sisma, ridono senza particolare ritegno per le vittime della sciagura e senza sapere di essere intercettati dagli inquirenti. "Io stamattina alle 3.30 a letto ridevo",

è la frase più rilevante

della breve telefonata contenuta nelle intercettazioni che hanno portato all’inchiesta sul G8 relativa ad appalti

e corruzione. Nel sisma dell’Aquila persero

la vita 309 persone. Piscicelli ai magistrati

ha poi raccontato la sua versione dei fatti sul funzionamento

degli appalti per

la Protezione civile

tra il 2000 e il 2010.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?