Il sangue che si scioglie per i fedeli è un miracolo, la chiesa preferisce chiamarlo prodigio, la scienza cerca di dargli una spiegazione terrena. Il Cicap (Comitato italiano per il controllo delle affermazioni sulle pseudoscienze), nel 1991, aveva suggerito in maniera sperimentale che l’ampolla potrebbe contenere in realtà non sangue ma una sostanza tissotropica (capace cioè di cambiare stato da solida a liquida e viceversa se agitata). Ma una vera e propria verifica sulla reliquia non c’è mai stata e quindi per i fedeli resta il miracolo.