Il fratello minore del Duce, Arnaldo Mussolini (1885-1931), è stato insegnante e giornalista. Nel 1908 fu docente di agraria nell’istituto Falcon-Vial di San Vito al Tagliamento, in Friuli. Fu talmente innamorato di questa frazione, che chiamò il suo figlio primogenito Vito. Negli anni Venti si dedicò al giornalismo, diventando dapprima direttore amministrativo de Il Popolo d’Italia, quotidiano fondato da suo fratello. Poi, quando il Duce divenne presidente del Consiglio nel 1922, fu lui a prendere il suo posto. Negli anni

si dedicò anche ad altri progetti editoriali e mentre era direttore de

Il Popolo dette vita anche a un giornale per i Balilla.

Arnaldo fu fedele alle politiche del fratello e per ricambiare la fiducia, Benito gli affidò l’incarico di correggere le bozze dei suoi discorsi pubblici.