Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
30 apr 2021

I coreani prendono in giro la Panda? Guai a chi la tocca: è la nostra storia

Uno spot Hyundai ironizza sulla mitica auto Fiat, insorge Lapo Elkann. Loro non capiscono che piccolo è bello

30 apr 2021
leo turrini
Cronaca
featured image
I coreani prendono in giro la Panda
featured image
I coreani prendono in giro la Panda

Pochi lo sanno ed è persino giusto, visto che parliamo di una vita fa. Eppure, quasi venti anni orsono, all’alba del suo interesse dinastico e professionale per le automobili, fu proprio Lapo Elkann, nipote dell’Avvocato, a esternare una sincera ammirazione per i concorrenti coreani. Lo fece in una intervista rilasciata a chi scrive. "Sono molto creativi – ebbe a dire il rampollo di casa Fiat –. Penso che conquisteranno un posto di rilievo tra i grandi player dell’automotive". A dispetto di tante ingenerose ironie sul suo conto, tra gli eredi Agnelli proprio Lapo è sempre stato il più attento e il più lucido, a proposito di dinamiche del mercato a quattro ruote. Ne capisce perché ha la passione dentro. Non per caso fu lui a tenere a battesimo il rilancio Fiat a cavallo tra fine Novecento e secolo nuovo, scommettendo sulla Punto rivista e sulla Cinquecento. E ha avuto ragione anche sul valore dei coreani, intesi come competitor. Solo che. Solo che, a Seul e dintorni, hanno un poco esagerato. O magari si sono montati la testa, chissà. Insomma, è cronaca fresca: per celebrare i meriti delle sue vetture, la Hyundai in uno spot si è permessa di ironizzare sui limiti presunti della gloriosa Panda. Che lascerebbe a piedi il fattorino delle pizza provvidenzialmente ’salvato’ dall’ultimo modello coreano che passa di lì. "Io non ci sto – replica Lapo –. La Panda va in fumo? Sì, ma quando parte il decollo in verticale". Quella macchina è l’icona di una certa Italia che esiste e che resiste, il microbolide che ha divertito, consolato, entusiasmato generazioni di italiani. Dalla primissima versione Anni Settanta alle evoluzioni a metano, dal Pandino al Pandone che tentò persino di vincere la Parigi Dakar, saltabeccando sulle dune del deserto. Ah, la Panda! Più di mille idiozie propinate ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?