Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
3 mag 2022

I civili in fuga dall’acciaieria bunker "Sono stati due mesi di buio e terrore"

Mariupol, evacuati in 126 tra donne, bambini e anziani. Ne restano altri 200, Mosca ha ripreso a bombardare

3 mag 2022
alessandro farruggia
Cronaca
Una ragazza evacuata dai territori occupati dai russi a bordo di un autobus
Una ragazza evacuata dai territori occupati dai russi a bordo di un autobus
Una ragazza evacuata dai territori occupati dai russi a bordo di un autobus
Una ragazza evacuata dai territori occupati dai russi a bordo di un autobus
Una ragazza evacuata dai territori occupati dai russi a bordo di un autobus
Una ragazza evacuata dai territori occupati dai russi a bordo di un autobus

di Alessandro Farruggia Bombe e razzi sul Donbass, su Kherson e di nuovo su Odessa. Mentre a Mariupol l’evacuazione dei civili dai sotterranei nell’acciaieria Azovstal non è neppure a metà – tra sabato e ieri evacuati dalla Croce Rossa in 126 tra donne, bambini e anziani, ma oltre 200 restano sottoterra i perché i russi hanno ripreso ieri pomeriggio i bombardamenti. Il ritorno alla luce dopo due mesi al buio incute un certo timore. "All’uscita del rifugio antiaereo – dice Natalia Usmanova, tra gli evacuati, alla Bbc –, in cima ad una scala non si riusciva a respirare perché non c’era abbastanza ossigeno. Avevo paura anche di uscire e respirare un po’ di aria fresca. Non abbiamo più visto la luce del sole, avevamo paura". L’AVANZATA DI MOSCA Le truppe di Mosca attaccano su sei assi nel Donbass, ma solo in due – a Sud di Izyum e in direzione di YampilLyman hanno guadagnato un decina di chilometri. Il resto del fronte sostanzialmente tiene, a parte la cittadine di Popasna e di Rubizhne, dove si combatte casa per casa. Le forze ucraine proseguono invece la riconquista dei villaggi a Nord e ad Est di Kharkiv, incluso il villaggio strategico di Ruska Lozova. Una avanzata nel Sud, verso Vleyika Novsilka, è stata bloccata e il fronte sud è fermo sia verso Zaporizhia che Kryvyi Rih (la città di Zelensky) che Mikoayev, che i russi nelle scorse settimane avevano quasi raggiunto ma dalle quali sono stati ricacciati indietro a 25-30 km, in direzione di Kherson. FUOCO SU ODESSA Mikolayev è cruciale per tentare di attaccare Odessa. Per tenere sotto pressione Odessa i russi hanno ripreso a bombardarla con missili. Il primo maggio è stata attaccato un aeroporto militare vicino al capoluogo. Nel raid, compiuto con un missile Onyx, secondo il ministero della difesa russo "sono stati distrutti una ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?