Hotel Rigopiano, da paradiso a inferno di ghiaccio (Dire)
Hotel Rigopiano, da paradiso a inferno di ghiaccio (Dire)

Pescara, 19 gennaio 2017  - L'Hotel Rigopiano, sepolto dalla slavina, è immerso nel cuore verde dell'Abruzzo, tra atmosfere dannunziane e paesaggi incontaminati. Sul suo sito internet l'immagine di una magnifica immagine della montagna in estate dà l'idea di relax e vacanza. E la Spa e una 'Casa nel bosco' richiamano all'estetismo di Gabriele d'Annunzio. 

Un luogo splendido, a 1.200 metri di altezza, completamente isolato (la sua fortuna e la sua sfortuna) posto alla base di una gola montana. Dalle foto si vede una piscina riscaldata all'aperto e una all'interno immerse in un paesaggio incantato. 

Il resort sorge nell'area pescarese del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, in uno dei contesti naturalistici più belli ed incontaminati d'Abruzzo, tra faggete millenarie ai cui margini indugiano i camosci. Le montagne sovrastano il paesaggio. 

L'albergo per turisti, ma non solo infatti offre anche tre sale polifunzionali - Dannunziana (30 posti), Duse (100 posti) e Il Piacere (150 posti) - munite delle più efficienti attrezzature. In una recensione su Tripadvisor si legge: "L'Hotel Rigopiano si distingue subito per originalità e ricercatezza dei dettagli, i capolavori artigianali autoctoni impreziosiscono tutti gli ambienti. Lo staff é caloroso e riservato al tempo stesso. Per gli amanti delle Spa posso dire a gran voce che difficilmente ne troveranno una simile in Italia".

HOTELSOCCO_19988040_085106