Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
25 lug 2022

Guido Crosetto: "No a Tajani premier. Meloni non è fascista. Fa paura perché libera"

Uno dei fondatori di Fratelli d’Italia è netto sulla questione premiership: "Non decide il Ppe chi fa il presidente del consiglio in Italia. La verità è che certi ambienti non vogliono Giorgia: non è ricattabile"

25 lug 2022
ettore maria colombo
Cronaca
featured image
Guido Crosetto e Giorgia Meloni
featured image
Guido Crosetto e Giorgia Meloni

Roma, 25 luglio 2022 - Guido Crosetto è "il gigante buono" che tutti considerano amico personale di Giorgia Meloni. Crosetto, imprenditore, di Cuneo, una lunga militanza Dc, poi FI, ha fondato FdI con Meloni e la Russa, poi s’è dimesso da parlamentare e guida l’associazione delle imprese italiane aerospazio. "Quello che dico impegna solo me stesso", dice. Onorevole Crosetto, partiamo da Giorgia Meloni. Secondo lei è ancora fascista? O solo ‘post’? "I fascisti ci sono, e tanti, ma al potere. Un’intera classe dirigente che ha occupato il Paese da decenni e non vuole mollarlo. Specie a persone non controllabili come Meloni che vanno fatti fuori, distrutti in ogni modo. Giorgia fa paura: è libera, non ricattabile, non deve nulla a nessuno". Ma lei ha mai sentito puzza di ‘fogna’, in FdI? "Ma scherza?! La fogna è altrove! Ritornano i fascisti nel 2022?! Almirante, che era un fascista vero, godeva del rispetto di tutti, dalla Dc al Pci. Meloni era una ragazzina alla svolta di Fiuggi: deve giustificarsi? Segnalo che, in Europa, FdI sta nei Conservatori e la Meloni presiede il partito. Non sta con la Le Pen come qualcuno vorrebbe poter dire. Orban, fino a due anni fa, era nel Ppe. La posizione sulla guerra e sulla Russia dei Conservatori è stata la più dura di tutti i gruppi. La posizione di lealtà alla Nato è chiarissima. Altri leader e partiti guardavano a Russia e Cina". Il Ppe punta a Tajani premier del centrodestra… "Non è il Ppe che decide chi fa il premier in Italia. Deve essere il migliore della coalizione vincente alle urne. Personalmente penso che Tajani premier non sia in agenda. Il premier non si impone dall’esterno, lo scelgono i cittadini". Centrosinistra e centro lanciano l’agenda Draghi. "Il mantra mainstream dell’informazione e dei Poteri forti pompa molto ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?