Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
23 giu 2022

Guerra al Movimento su uomini e soldi Poi Di Maio aprirà il cantiere moderato

Altri parlamentari e dirigenti locali in arrivo. Contatti col sindaco di Milano e altre frange centriste in cerca di sistemazione. C’è anche chi fa ipotesi su una possibile candidatura del ministro degli Esteri al vertice della Nato, sostenuto da Draghi

23 giu 2022
elena g. polidori
Cronaca
Luigi Di Maio, 32 anni, alla Camera
Luigi Di Maio, 32 anni, alla Camera
Luigi Di Maio, 32 anni, alla Camera
Luigi Di Maio, 32 anni, alla Camera
Luigi Di Maio, 32 anni, alla Camera
Luigi Di Maio, 32 anni, alla Camera

Di sicuro, una cosa l’ha già ottenuta Luigi Di Maio: togliere a Conte forza in Parlamento, forza sui territori e in periferia. E anche potere economico. Ma come si muoverà questo nuovo soggetto politico di aspirazione centrista (almeno a giudicare dall’inclinazione politica di molti dei nomi dei parlamentari che hanno deciso di seguire il ministro degli Esteri) e, soprattutto, che cosa ha in testa Di Maio adesso? Davvero il ministro degli Esteri vuole fare il capo politico di un suo partito o sta usando questa scissione come predellino per fare altro? E "l’altro" di cui si parla un’operazione che vede Di Maio prima intento a "posizionare il suo brand politico per affrancarsi dal M5s populista che rappresenta per lui la bad company", ma poi motivato dall’obiettivo di "arrivare alla Nato insieme a Draghi". "Dopo che hai fatto il ministro – sostiene la stessa fonte – dopo che hai avuto così tanto potere, non puoi metterti a fare il deputato semplice o il presidente di una Commissione, perché questo al massimo potrebbe fare con “Insieme per il futuro“ nella prossima legislatura...". Insomma, Di Maio che si costruisce un percorso personale con sbocchi politici probabilmente diversi da quelli che immaginano i parlamentari che l’hanno seguito con entusiasmo e ai quali si potrebbe aggiungere, nelle prossime ore, la ex ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina. Intanto prosegue il cannoneggiamento da parte avversa. Anche ieri il presidente della Camera, Roberto Fico, ha sparato alzo zero contro Di Maio: "La scissione è una operazione di potere e non politica che è cosa diversa. È stata usata con una strumentalità senza precedenti". Quanto al M5s, Fico ha assicurato ancora che "il sostegno a Draghi non è in discussione", ma è chiaro che la partita di Di Maio si gioca anche su questa ambiguità. È ancora guerra di numeri tra contiani ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?