Bruxelles, 20 maggio 2021 - Accordo raggiunto tra le istituzioni Ue (Consiglio, Parlamento e Commissione) sul cosiddetto 'green pass' che dovrebbe facilitare gli spostamenti tra i 27 Paesi dell'Unione. Una fumata bianca su cui, però, pesano le raccomandazioni dell'Oms in Europa, secondo cui "non è ancora sicuro riprendere i viaggi internazionali" perché i progressi contro la pandemia di Coronavirus rimangono "fragili". 

Green pass Ue, Draghi: "Pronto a metà giugno"

Come funzionerà il green pass Ue

Il certificato si chiamerà Eu Digital Covid Certificate (certificato Covid Ue digitale), ma sarà anche inversione cartacea. Il pass proverà l'avvenuta vaccinazione con sieri approvati dall'Ema (per quelli non approvati la scelta se riconoscerli o meno spetterà agli Stati) o la negatività a un test.  Per quanto riguarda la guarigione dal Covid, l'utilizzo dei test sierologici come prova sarà possibile solo più tardi, con un atto delegato, riferiscono fonti parlamentari, sulla base di "evidenze". Il regolamento entrerà in vigore dal 1 luglio 2021 e resterà valido per un anno.

Covid, il bollettino del 21 maggio

I tempi per l'entrata in vigore

Il testo sarà ora votato dalla commissione europarlamentare Libertà civili il 26 maggio e poi sottoposto all'approvazione finale della plenaria durante la prossima sessione, dal 7 al 10 giugno a Strasburgo. Dopo l'approvazione finale anche da parte del Consiglio Ue, il testo potrà entrare in vigore immediatamente, trattandosi di un regolamento comunitario che non ha bisogno di essere recepito negli ordinamenti nazionali (come accade invece per le direttive Ue).  

Covid, nuova mappa colori dell'Europa

Per chi sarà valido

 Formalmente il certificato non sarà una precondizione per esercitare il diritto alla libera circolazione e non sarà considerato un documento di viaggio, ma consentirà comunque di spostarsi da un Paese all'altro dell'Unione senza ulteriori adempimenti. Il certificato si applicherà anche ai cittadini Ue che risiedono fuori dall'Ue e che sono stati vaccinati con vaccini riconosciuti dall'Ema, un'opzione "che non era contemplata" nella proposta iniziale, e che può essere molto utile ai tanti cittadini Ue che risiedono nel Regno Unito o negli Usa, per esempio.

Nuovi colori regioni: tutta Italia sarà in giallo

Stop a quarantene e restrizioni

n seguito all'adozione del 'green pass', i Paesi Ue non potranno più imporre ulteriori restrizioni di viaggio, come la quarantena, l'autoisolamento o i tamponi, "a meno che tali misure non siano necessarie e proporzionate per salvaguardare la salute pubblica" in risposta alla pandemia di Covid. Le eventuali misure restrittive dovrebbero essere comunque notificate agli altri Stati membri e alla Commissione almeno 48 ore prima di entrare in vigore.

Riaperture: il calendario giorno per giorno

Test gratuiti

Per venire incontro alle esigenze dei cittadini e alle richieste dell'Eurocamera sulla gratuità dei test, la Commissione europea si è impegnata a mobilitare a questo scopo almeno 100 milioni di euro. In particolare per l'acquisto di test rapidi per i lavoratori frontalieri e quelli considerati essenziali.

Zona bianca: il calendario / Quali regioni possono entrarci

Autenticità e tutela della privacy

I certificati infine saranno verificati per prevenire frodi e falsificazioni, così come l'autenticità dei sigilli elettronici inclusi nel documento. Per salvaguardare la privacy, i dati personali contenuti nei pass digitali non potranno essere immagazzinati nei Paesi Ue di destinazione.

Mascherine all'aperto, fino a quando? Cresce il pressing per lo stop in estate