È una prima storica:

Google e l’Agence France Presse (AFP), tra le più importanti agenzie di stampa in Europa e nel mondo, hanno concluso un accordo quinquennale senza precedenti sulla remunerazione dei contenuti on-line, in linea con la direttiva Ue sui diritti connessi. Un tema su cui la Francia di Emmanuel Macron si è duramente battuta in questi ultimi anni. L’accordo annunciato ieri sera "copre tutta l’Unione europea, in tutte le lingue della France Presse, incluso nei Paesi che non hanno trasposto la direttiva" Ue, plaude l’ad dell’AFP, Fabrice Fries, parlando di intesa "pionieristica" per la categoria delle agenzie di stampa. Per condurlo in porto, ci sono voluti 18 mesi di intensi negoziati tra l’agenzia parigina e il colosso di Mountain View. L’AFP produce e diffonde contenuti multimedia in sei lingue presso i suoi clienti in tutto il pianeta. Per Fries, questa firma è "la conclusione di una lunga lotta".