di Mirko Casadei (*)

Oggi per la Romagna, ma credo anche per tutta Italia, per tutti gli amanti della musica popolare e della tradizione, è un giorno molto triste. È un giorno triste sì; però i grandi artisti come mio padre, quelli che hanno lasciato il solco, il segno, non muoiono mai fino in fondo. E attraverso le sue canzoni Raoul continuerà a vivere in tutti noi, nelle persone, nei turisti, negli amici. È questo il messaggio piu importante, secondo me quello che piacerebbe al babbo. Quindi la sua musica contribuirà a tener vivo Raoul come personaggio, come persona, amato da tutte le generazioni: dai giovani, dagli anziani, dai ragazzini, dalle famiglie. Aveva sempre una buona parola per tutti, un sorriso per tutti. Il suo sarà sempre un bicchiere mezzo pieno; di Sangiovese, ovviamente.

(*) figlio di Raoul, attuale leader dell’Orchestra Casadei