Dopo Giovanni Brusca, nessun altro boss o pentito di elevata caratura criminale lascerà presto il carcere. Tutti i grandi nomi di Cosa nostra, a parte il superlatitante Matteo Messina Denaro, stanno scontando l’ergastolo al 41 bis con sentenze definitive. È il caso dei fratelli Giuseppe e Filippo Graviano, mandanti delle stragi del ’92-’93 e dell’uccisione di don Pino Puglisi; del boss catanese Nitto Santapaola e di Aldo Ercolano; di Nino Madonia. Altri boss, tornati in libertà per l’emergenza Covid – tra cui Giuseppe Sansone e Francesco Bonura – sono stati riportati in cella col decreto del ministro della Giustizia emesso dopo le polemiche. Niente dar fare anche per Gaspare Spatuzza, uno dei pentiti-chiave di via D’Amelio