Firenze, 16 febbraio 2021 - Con il rettore dell’Università di Firenze Luigi Dei ha avuto un contatto ieri per definire, come annunciato da Qn, il suo rientro all’ateneo e per fissare anche un’ipotetica data, presto, per una lezione in aula magna. Ai suoi più stretti collaboratori Giuseppe Conte, avvocato, professore...

Firenze, 16 febbraio 2021 - Con il rettore dell’Università di Firenze Luigi Dei ha avuto un contatto ieri per definire, come annunciato da Qn, il suo rientro all’ateneo e per fissare anche un’ipotetica data, presto, per una lezione in aula magna. Ai suoi più stretti collaboratori Giuseppe Conte, avvocato, professore di diritto privato, ex premier, ha confessato che il futuro immediato è il rientro all’Università di Firenze. Al polo delle Scienze sociali dell’Ateneo fiorentino non si parla d’altro.

"Davvero potrebbe tornare qui? Ci piacerebbe molto. È sempre stato apprezzato dai suoi allievi. Pensiamo però che la sua carriera prenda un’altra strada…. Chissà", sorridono gli studenti di Giurisprudenza davanti alla biblioteca. Va detto che, con decreto del rettore, firmato ieri, l’ex premier ha ripreso servizio all’Università di Firenze come professore ordinario. È dunque concluso il periodo di aspettativa obbligatoria.

Nei prossimi giorni Conte incontrerà il rettore Luigi Dei, col quale sembra che abbia già avuto un contatto telefonico ieri, per definire i suoi impegni didattici, tenendo conto che la programmazione delle lezioni per il secondo semestre di quest’anno accademico è già stata stabilita. E che quindi l’ex premier non rientrerà in aula nel secondo semestre, che inizierà il 22 febbraio.

Si sa già comunque che è atteso nell’Aula Magna dell’Ateneo fiorentino tra la fine di questo mese e l’inizio del prossimo per una lectio magistralis. Era il 31 maggio 2018 quando tenne la sua ultima lezione. Quella mattina parlò di tutela dei consumatori. E la sera era a Palazzo Chigi.

Elettra Gullè