Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
12 ott 2021

Dora Lagreca, fidanzato indagato. La mamma della giovane: non si è uccisa

È accusato di istigazione al suicidio, lui si difende: "Sono innocente, ho tentato di bloccarla" . C’era stata una lite tra i due per gelosia, l’avvocato della famiglia della ragazza: relazione burrascosa

12 ott 2021
loredana del ninno
Cronaca
Dora Lagreca, 30 anni, aveva vinto un concorso per lavorare in una. materna a Tito (Potenza)
Dora Lagreca, 30 anni, aveva vinto un concorso per lavorare in una materna a Tito
Dora Lagreca, 30 anni, aveva vinto un concorso per lavorare in una. materna a Tito (Potenza)
Dora Lagreca, 30 anni, aveva vinto un concorso per lavorare in una materna a Tito

"Non una di meno". Sul profilo Facebook di Dora Lagreca – precipitata nella notte tra venerdì e sabato dal quarto piano della mansarda che condivideva con il compagno a Potenza – spiccano ora le condivisioni di post sulle donne vittime di violenza. Post attentamente vagliati dagli inquirenti, che ieri hanno iscritto nel registro degli indagati per istigazione al suicidio Antonio Capasso, 29 anni, fidanzato della maestra d’asilo 30enne. Al momento – specificano dalla Procura– soltanto, "un atto dovuto" per permettere agli investigatori di compiere una serie di accertamenti e all’indagato di nominare un perito di parte che parteciperà all’autopsia, in programma oggi all’ospedale San Carlo del capoluogo lucano. Capasso nel primo interrogatorio aveva riferito di avere visto la giovane lanciarsi nel vuoto, al culmine una lite scoppiata all’improvviso, al rientro da una serata trascorsa con gli amici e di non essere riuscito a fermarla. Ora continua a ripetere di essere innocente e di aver tentato invano di bloccare la fidanzata. Giù dal balcone del fidanzato, Dora Lagreca muore a 30 anni Dora – originaria di Arenabianca, frazione di Montesano sulla Marcellana in provincia di Salerno – dopo anni di precariato aveva finalmente preso servizio in una scuola di Tito, paese dell’entroterra potentino. I familiari non credono all’ipotesi del suicidio e chiedono la verità. "Escludiamo possa essersi tolta la vita volontariamente – fanno sapere attraverso il loro avvocato, Renivaldo Lagreca – non c’erano segnali che lasciassero presagire un simile gesto". Dora – che aveva confidato alle amiche tutto il suo entusiasmo per il nuovo lavoro – viene descritta come una ragazza estremamente forte e solare, con qualche esperienza di modella alle spalle e una grande passione per i tatuaggi. Gli inquirenti al momento non tralasciano nessuna pista. Il procuratore di Potenza, Francesco Curcio, però non si sbilancia: "Stiamo lavorando per cercare ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?