Ieri il Piemonte ha dedicato un minuto di silenzio alle vittime della funivia del Mottarone. Stresa si è fermata alle 12 in punto, a sette giorni dallo schianto della cabina in cui sono morte 14 persone. Si sono fermati anche i turisti che camminavano sul lungolago. E qualcuno è salito verso la vetta del Mottarone, per una breve commemorazione sul luogo della disgrazia. Anche a Torino, sulle facciate dei palazzi istituzionali, le bandiere sono state calate a mezz’asta. "È una giornata di lutto per la nostra regione – ha commentato il presidente della Regione Alberto Cirio, invitando i cittadini a osservare il minuto di silenzio ovunque si trovassero –. È il nostro abbraccio forte a tutte le famiglie distrutte da questa follia".