Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
13 giu 2022

Gioca il Palermo? Seggi chiusi Caos e ricorsi: bufera sul Viminale

Giornata di passione nel capoluogo siciliano. Rinunciano 174 presidenti, code e ritardi fino a 5 ore. Molti non riescono a votare. Respinta la richiesta di Musumeci di prolungare il voto a oggi. Scoppia la polemica

13 giu 2022
elena g. polidori
Cronaca

di Elena G. Polidori Colpa di una partita di serie C? La democrazia, a Palermo, crolla davanti al tifo per il Palermo in serie B. In Sicilia, insomma, ieri è andata in scena la più grave defezione di rappresentanti dei cittadini chiamati a svolgere un ruolo – quello di presidente di seggio – fondamentale per lo svolgimento delle elezioni. Non era mai successo in una misura così massiccia. E così ci sono volute cinque ore per dare il via alle operazioni di voto: all’appello mancavano più di 100 presidenti di seggio. "Abbiamo finito di rintracciare tutti i presidenti di seggio assenti alle 11.45 – racconta il segretario comunale Antonio Le Donne –, ma dopo un’ora una decina hanno rinunciato. In gran parte perché una volta resisi conto della responsabilità non si sono sentiti all’altezza. Li stiamo sostituendo in diretta...". Da molte forze politiche è arrivata la richiesta di prolungare l’orario delle votazioni, il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha chiesto al ministero il via libera a tenere aperti i seggi fino alle 14 di oggi, ma il Viminale ha autorizzato solo l’allungamento dell’orario alle 23. Il caso, tuttavia, resta aperto, perchè una così massiccia diserzione di presidenti di seggio, si diceva, non si era mai vista prima. A finire nel tritacarne la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, soprattutto da parte della Lega e del vicepresidente del Senato, Roberto Calderoli ("Ci ricorderemo per sempre di Lamorgese", ha commentato) proprio per non aver consentito, alla fine, l’allungamento dell’orario fino alla tarda mattinata di oggi, ma lei si è difesa: "La Procura valuterà eventuyali profili di reato, ma un tale atteggiamento esprime una assoluta mancanza di rispetto per le Istituzioni e per i cittadini". Alla fine i presidenti che non hanno risposto all’appello sono stati 50, un’ondata di assenze che ha messo fortemente ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?