Nel segno della continuità, Lamberto Giannini succede a Franco Gabrielli alla guida della Polizia. I due hanno infatti lavorato per anni "spalla a spalla" in diverse indagini: dalle nuove Brigate Rosse al terrorismo di matrice jihadista. E all’inizio di quest’anno Gabrielli l’aveva portato – dopo anni al vertice dell’Antiterrorismo – a dirigere la sua segreteria al Dipartimento della pubblica sicurezza. La nomina, come sempre, è avvenuta su proposta del ministro dell’Interno e Luciana Lamorgese ha parlato di "un curriculum di eccellenza e di un apprezzamento sulle qualità personali e professionali condiviso a tutti i livelli istituzionali". Per questo, ha aggiunto, la nomina è una "solida garanzia per cittadini e forze di polizia". Dopo l’Autorità delegata all’intelligence, la Protezione civile, il commissario straordinario all’emergenza Covid, un’altra casella si muove nel domino innescato dal cambio di governo su una serie di istituzioni centrali. E l’idea del premier Mario Draghi è quella di creare una sinergia virtuosa tra queste figure in un momento di grande emergenza per il Paese.