Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
22 lug 2021

Variante Delta, già pronti gli antidoti aggiornati. "Così i nuovi ceppi non spaventano"

Se il governo Usa darà l’ok, entro agosto partiranno i trial clinici per il vaccino progettato da Pfizer

22 lug 2021
alessandro malpelo
Cronaca

Roma, 22 luglio 2021 - I vaccini del futuro sono già qui. Pochi giorni fa Pfizer e BioNTech hanno annunciato di avere sviluppato un siero aggiornato contro la variante Delta. E ora i due colossi premono sulle autorità regolatorie Usa per ottenere il via libera a un trial clinico sul nuovo prodotto. Se tutto filerà liscio, la sperimentazione partirà in agosto e tra pochi mesi potremmo già avere a disposizione un vaccino efficace contro il ceppo che sta diventando dominante a livello globale. Variante Delta: gli ultimi studi sui vaccini Covid, il bollettino del 22 luglio Vaccini e varianti, che fare? "L’ipotesi più realistica – ha chiarito il professor Francesco Menichetti, direttore malattie infettive all’Università di Pisa, al webinar di Motore Sanità – consiste nell’arrivare presto alla riformulazione dei vaccini a Rna messaggero (Pfizer o Moderna), che sono quelli più facilmente modulabili contro la varianti emergenti". "L’adeguamento dei vaccini a Rna dovrebbe risultare abbastanza semplice – aggiunge da parte sua Stefano Vella, docente di salute globale all’Università Cattolica di Roma – sostanzialmente cambia la sequenza, aggiornata alle mutazioni della proteina Spike. Anche i vaccini a vettore virale si possono perfezionare, ma la procedura richiede più tempo". Ricordiamo che le due dosi (il ciclo completo) si dimostra efficace anche nei confronti della variante Delta. Covid, Gimbe: raddoppiano casi settimanali, aumentano ricoveri Avremo una dose unica per Covid e influenza? "Dal punto di vista teorico – dice Andrea Cossarizza, immunologo dell’Università di Modena e Reggio Emilia – due vaccini insieme sembrerebbero una buona idea. Dal punto di vista pratico occorre però verificare, ai fini della farmacovigilanza, se in questa fase sia ancora utile tenerli distinti, in modo da distinguere eventuali effetti spiacevoli di un vaccino rispetto all’altro". Vaccino proteico, in cosa consiste? "Sono nuovi vaccini cosiddetti a subunità, tipo Novavax", precisa Stefano Vella. "Utilizzano frammenti ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?