Oltre un anno di preparazione, un gruppo di specialisti di più aree, l’uso delle tecnologie più avanzate, tre interventi di cui l’ultimo durato 18 ore, con il coinvolgimento di oltre 30 tra medici e infermieri: sono i numeri che raccontano l’intervento da record eseguito al Bambino Gesù di Roma per separare con successo due gemelline siamesi, nate unite alla nuca, con il cranio e gran parte del sistema venoso in comune. È il primo caso in Italia, e l’unico al mondo di questo. Le due piccole, Ervina e Prefina, a poco più di un mese dall’intervento di separazione (avvenuto il 5 giugno), stanno bene e hanno potuto festeggiare il loro secondo compleanno il 29 giugno.