Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
13 gen 2017

Gelicidio, cos'è e dove si verifica

Il fenomeno è molto più pericoloso della neve

13 gen 2017
Feddo e gelo
Ghiaccio sulle auto
Feddo e gelo
Ghiaccio sulle auto

Roma, 13 gennaio 2017 - E' allarme gelicidio in tutta l'Italia. Ma di che cosa si tratta? In meteorologia il gelicidio è un fenomeno, più pericoloso della neve, provocato dalla pioggia che cade al suolo in forma liquida anche con temperature inferiori allo zero, gelando poi a contatto con il terreno. Perché questo accada, però, è necessario che le gocce d'acqua siano molto piccole, che l'acqua contenuta sia pura ovvero priva di sali e che ci sia un repentino raffreddamento della colonna d'aria negli strati bassi dell'atmosfera. 

FOCUS Gelicidio, cos'è e dove si verifica

Dalla nube, come si legge su ilmeteo.it, "la precipitazione parte in forma di neve. Via via che scendono verso il basso, i fiocchi trovano una temperatura superiore allo zero, fino anche ad alcuni gradi superiori allo zero. Viene da sé che i fiocchi si sciolgono e diventano gocce. Cadendo ancora più verso il basso a un certo punto, può trovarsi uno strato d'aria via via più freddo e anche sotto zero". "Malgrado tutto - si legge ancora sul sito -, la goccia non solidifica ma è in una condizione estremamente instabile e ha la proprietà di solidificare a contatto con altri oggetti". 

Dove si verifica più di frequente il gelicidio in Italia? Soprattutto nella pianura padana e nelle pianure marchigiane, essendo "un fenomeno tipico delle conche o aree pianeggianti con frequenti inversioni termiche" e delle "conche intermontane delle regioni centrali".

Si riconosce a prima vista: ha l'aspetto di una coperta di ghiaccio che avvolge rami, alberi, pali elettrici e naturalmente il suolo. Parliamo di ghiaccio liscio, molto scivoloso e pesante. Questo tipo di ghiaccio può portare numerosi disservizi provocando, per esempio, la caduta di rami e la rottura di cavi elettrici o telefonici. Senza contare che con il gelicidio le strade diventano scivolosissime e aumenta di conseguenza il rischio per gli spostamenti a piedi e in auto.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?