Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
24 feb 2022

Gasolio alle stelle, la rivolta dei tir Spesa a rischio e aziende ferme

Furgoni e trattori bloccano le autostrade di mezza Italia. Un camionista accoltellato da un automobilista. Paralizzato il porto di Ravenna. Le proteste potrebbero causare un ulteriore aumento dei prezzi alimentari

24 feb 2022
claudia marin
Cronaca
I tir bloccano, in segno di protesta, il casello di San Gregorio di Catania
I tir bloccano, in segno di protesta, il casello di San Gregorio di Catania
I tir bloccano, in segno di protesta, il casello di San Gregorio di Catania
I tir bloccano, in segno di protesta, il casello di San Gregorio di Catania
I tir bloccano, in segno di protesta, il casello di San Gregorio di Catania
I tir bloccano, in segno di protesta, il casello di San Gregorio di Catania

di Claudia Marin Il caro-carburanti fa esplodere la protesta dei tir sulle strade e autostrade italiane: con i primi episodi di violenza, come l’accoltellamento di un camionista nel Foggiano. E, a meno di interventi rapidi del governo – che ieri, per bocca del ministro all’Economia Franco, ha fatto sapere che il Pnrr potrebbe diminuire di 200milioni in giugno su 191 miliardi a causa dell’inflazione – dopo il fallimento di un summit, l’altra sera, con il viceministro Teresa Bellanova, rischia di allargarsi a macchia d’olio all’intero settore dell’autotrasporto e di trasformarsi in un vero blocco della distribuzione di merci lungo la Penisola. Con effetti rilevanti sugli approvvigionamenti di mercati, supermercati e negozi. Senza contare che a fermarsi potrebbero essere anche i pescherecci e l’intera filiera dell’agro-alimentare: tant’è che proprio ieri sera, ma è solo uno dei tanti casi, i vertici de La Molisana hanno annunciato il fermo della produzione di pasta, perché "affianchiamo lo sciopero degli autotrasportatori". L’impennata dei prezzi dell’energia, aggravata e amplificata dalla crisi ucraina, si sta trasferendo, dunque, sui costi dei carburanti. L’ultimo report fornito dalla Staffetta quotidiana indica prezzi in crescita costante da almeno tre settimane: benzina self service a 1,853 eurolitro, diesel a 1,728 eurolitro, benzina "servito" a 1,980 eurolitro, diesel a 1,860 eurolitro. Con rincari anche maggiori sulle autostrade. Per l’autotrasporto siamo a più 25% in un anno, 20 centesimi in più negli ultimi mesi. Con un crescita del 100% del gasolio per i pescherecci italiani. L’impatto sui costi dell’autotrasporto e sui redditi degli operatori non si è fatto attendere e, dopo settimane di mobilitazione sotterranea, la rabbia degli autotrasportatori ieri è esplosa da Sud verso Nord: dalla Calabria alla Campania, alla Puglia, ma anche nel porto di Ravenna, il malcontento è diventato protesta in piena regola. E non mancano gli episodi di violenza. Ieri mattina un ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?