Stresa, 25 maggio 2021 - Un 'forchettone' nei freni è il principale indiziato della tragedia della funivia sul Mottarone. Lo si intravede in una foto scattata nei momenti successivi all'incidente, e non dovrebbe essere lì. L'immagine è tra gli elementi allo studio della procura di Verbania per chiarire cosa è successo, oltre alla rottura del cavo trainante, che ha impedito ai sistemi di sicurezza di impedire la morte di 14 persone.

Cos'è il "forchettone"

Il cosiddetto 'forchettone' è un elemento in metallo che serve a tenere aperte le ganasce dei freni, ad esempio durante la manutenzione viene inserito manualmente nella parte alta del carrello della cabina dove ci sono le rulliere (le rotelle che scorrono sulla fune e viene utilizzato per tenere forzatamente in posizione aperta proprio i freni di emergenza). Ma va tolto quando le persone sono a bordo della cabina, come ha spiegato un esperto che ha seguito le operazioni di soccorso e i successivi accertamenti, perché altrimenti potrebbe impedire la frenata in caso di emergenza, come nel caso della rottura del cavo trainante.

Perchè si utilizza

Durante la manutenzione su funi e sui cavi, ad esempio, o in caso si voglia riportare a valle a fine giornata la cabina senza correre il rischio che si blocchi lungo la linea di discesa, vengono posti i forchettoni. Questi intervengono solo sui freni di emergenza, mentre i freni usati normalmente per fermare la cabina quando arriva in stazione, si trovano sulle pulegge, cioè le grandi ruote sulle quali scorre la fune traente.

Non doveva essere ancora lì

Il forchettone quindi non doveva stare lì, e se confermato, avrebbe impedito l'entrata in funzione dei freni di emergenza. Queste pezzi metallici di 5 chilogrammi non sono parte delle cabine, servono per interventi manuali, e quello che si vede dopo l'incidente protrebbe essere rimasto nel posto sbagliato il 3 maggio, data dell'ultimo controllo ai freni, oppure la sera prima quando la si è fatta tornare a valle la cabina. Inoltre un testimone avrebbe riferito ai soccorritori che il giorno prima della tragedia sarebbe stata fatta una prova di emergenza rimandando a valle la cabina che era a monte, quindi usando il forchettone.