Roma, 10 luglio 2018 - Folla e commozione a Santa Maria degl Angeli per i funerali di Carlo Vanzina, il regista morto domenica all'età di 67 anni dopo una "lotta lunga e coraggiosa", come l'ha definita la famiglia, contro la malattia. La gente si è radunata già dalle 9.45 in piazza della Repubblica, con le esequie in programma alle 11 e terminate intorno alle 12.30. Toccante il bacio con cui Enrico Vanzina ha salutato il feretro del fratello.  L'area è stata transennata, mentre arrivavano tantissimi attori e registi per rendere omaggio al principe della commedia. Lunghissimo l'elenco di amici e colleghi che hanno partecipato alle esequie: tra i molti volti noti, Paolo Sorrentino, Pupi e Antonio Avati, Christian De Sica. Tra i personaggi presenti, anche Silvio Berlusconi e Gianni Letta.

image

L'OMELIA  - "Carlo ci lascia un grande insegnamento: lo straordinario e l'ordinario - ha detto Don Andrea durante l'omelia -. Ci ha insegnato che non é importante stare sotto i riflettori perché prima o poi si spengono". Poi ha aggiunto: "Ci ha insegnato a dare valore alla quotidianità. Chi fa questo porta un pezzo di cielo sulla Terra". E ha continuato: "La vita piena è un po' l'immagine di Carlo. Non importa quanto viviamo ma è importante il segno che lasciamo su questa Terra e importa l'amore che riceviamo e quello che riusciamo a rendere". E ancora: "Era un gran signore, un uomo di cultura e di fede, manifestata con discrezione. Parlava sempre dei film degli altri e non dei suoi. Mi ha colpito quando l'ho invitato in parrocchia per parlare con i ragazzi e si è mostrato molto disponibile. In quell'occasione non parlò mai di sé, ma ha ricordato il padre al quale diceva di dovere tutto e ha parlato del fratello e della sua famiglia". Don Andrea ha concluso infine l'omelia ricordando che nell'ultima telefonata gli aveva detto "combatto e mi affido". "Una vita che si affida - ha detto il parroco - è già Paradiso. Per questo è stato un maestro della commedia italiana, sapeva leggere i sentimenti e la persona nel profondo. Caro Carlo non siamo qui per il tuo passato ma per il tuo presente e il nostro futuro".

IL RICORDO  - "Lo accompagniamo in Paradiso". Queste le poche parole pronunciate da Massimo Boldi, entrando in chiesa. Poi aggiunge commosso: "Non dimenticherò la vita passata insieme". "Era molto legato a questa città - ricorda Christian De Sica -. Mi ha scritto un messaggio 3 giorni fa e mi ha detto non vedo l'ora di ridere ancora con te". Commosso Jerry Calà: "Gli devo tutto per quanto riguarda la mia carriera nel cinema, sono senza parole - dice -, perché se ne è andato oltre che un grandissimo regista, un grande uomo, generoso, elegante, discreto, una persona bellissima".  Lungo abbraccio tra Aurelio De Laurentiis ed Enrico Vanzina. "Carlo era un amico di famiglia - ha detto il produttore - , come lo è Enrico e come lo era il papa' Steno. Abbiamo avuto un'adolescenza dorata, all'ombra dei nostri genitori che ci hanno iniziato al lavoro più bello del mondo". Fiorello è venuto "per rendere omaggio a una brava persona". Su quale sia stata la battuta più bella dei suoi film, lo showman non ha dubbi. "E pure sto Natale se lo semo levato dalle palle...". 

 

VANZIAN_32334570_103153

LA CAMERA ARDENTE - Già ieri, alla clinica Mater Dei di Roma, c'era stato l'omaggio di amici e parenti. Non una camera ardente vera e propria, come da volontà della famiglia, ma un luogo silenzioso per un saluto intimo. "Era il più bravo di tutti - ha detto il fratello Enrico al Messaggero -, come Sugar Ray Robinson o Pelé". E ha rivelato che "pochi giorni prima che la sua malattia peggiorasse, anche se affaticato dalle cure, veniva ancora in ufficio a lavorare". Quindi ha raccontato: "Una mattina, mentre stavamo inventando la scena di un nuovo film, si è messo a fissare il vuoto, poi si è alzato, è venuto vicino a me, mi ha accarezzato lievemente la testa e mi ha detto: 'Stai tranquillo, io ho avuto una vita meravigliosa'". Un gesto come "una fucilata al cuore" per Enrico. "Era il suo addio prematuro. Dolce, come lo era lui".

Morto Carlo Vanzina, da "Sapore di mare" a "Vacanze di Natale". I film memorabili

 

CARLOVANZINA_32300581_102315