Pescara, 10 luglio 2019 - Una violenta ondata di maltempo, come da previsioni, ha investito la costa adriatica abruzzese. Dopo aver colpito in tarda mattinata Pineto e Silvi, un forte temporale si è abbattuto su Pescara accompagnato da una violentissima grandinata e violenti fulmini, con chicchi del diametro da 3 a 5 cm. Strade bloccate dall'acqua e "chicchi grandi come palline da baseball, una cosa mai vista", l'allarme del sindaco Carlo Masci. Decine di persone sono finite in ospedale per le ferite

Previsioni meteo, tregua (breve) dopo la tempesta. Nubi nerissime sul weekend

AUTO SOMMERSE ALL'OSPEDALE - Situazione critica all'ospedale della città. L'acqua ha invaso il piano terra e ha costretto allo stop delle sale operatorie. Completamente allagati i seminterrati. Fuori uso le cucine, la farmacia e i parcheggi. Nel parcheggio dipendenti l'acqua ha raggiunto i due metri: decine le auto distrutte. Alcune persone sono riuscite a mettersi in salvo dai veicoli trascinati dall'acqua.

NEGOZI CHIUSI E BARCHE AFFONDATE - "I negozi sono stati invasi dall'acqua, la rete fognaria non regge, i sottopassi sono allagati, li abbiamo chiusi, qualche macchina è rimasta bloccata ma senza pericolo per le persone", racconta Masci. Numerose le barche affondate e gli ormeggi spezzati, mentre i detriti hanno bloccato l'accesso al porto di Ortona.